26 feb 2013

Oggetti passe-par-tout






Esistono dei deliziosi complementi d'arredo che ci semplificano meravigliosamente la vita: sono gli oggetti passe-par-tout.

Non sono né troppo impegnativi, né anonimi. Hanno una personalità ben definita anche se non eccentrica.
Sono versatili. Possono essere collocati ovunque e, ovunque, creeranno un angolino caratteristico e molto personalizzato. 
Perfetti per gli esterni, vicino alla porta d'ingresso, sul balcone o seminascosti tra qualche pianta. 
Divertenti anche dentro casa, su un tavolino o ai piedi del divano. 

Le uniche regole da seguire nella scelta di un oggetto passe-par-tout d.o.c. riguardano le dimensioni ed il soggetto.
Le misure devono essere una giusta via di mezzo tra il macro e il micro: intorno ai 50 cm è l'altezza ideale. In questo modo, anche disponendo l'oggetto a terra, farà la sua figura senza passare inosservato; mentre, volendolo collocare su un tavolino, il gioco ottenuto dalle apparenti sproporzioni geometriche, lo renderà ancora più d'effetto!
La scelta del soggetto è assolutamente personale. L'importante è che si tratti di un oggetto spiritoso, inaspettato rispetto all'arredamento generale dell'ambiente intorno ma, mi raccomando, senza farlo stridere con il vostro gusto.

Nel mio caso, tutto questo si è tradotto nella scelta di un galletto, in pieno stile country. 
Se dovessi postare tutte le foto dei suoi passaggi dentro e fuori casa, sarebbe un reportage infinito!

A biêntot!

24 feb 2013

Premio "The versatile blogger"


Come promesso, dedico il post di oggi all'assegnazione del premio "The versatile blogger" che, la scorsa settimana, mi è stato gentilmente conferito da Rosetta (http://theromanticrose.blogspot.it/) e da Vanessa (http://vane-shabbyshopper.blogspot.it/), che ringrazio ancora di cuore!

Dunque, dunque...seguendo il canovaccio previsto per chi riceve questo premio, passo ora ad elencarvi 7 cose di me ma, siccome vi ho già raccontato praticamente tutto sul mio profilo, ho pensato di svelarvi 7 curiosità:
  1. Se non avessi fatto l'insegnante, lavoro che mi ha appagato di tante soddisfazioni, avrei voluto essere una guardia forestale.
  2. Sono allergica ai profumi! Ebbene sì, anche se mi regalaste la boccetta più costosa sul mercato, il mal di testa è garantito!
  3. Non sono una brava cuoca, anzi, non sono una cuoca proprio per niente! Il mio cavallo di battaglia sono gli spaghetti. Stop.
  4. Ultimamente mi sono accorta che ho messo su una collezione di scarpe da ginnastica, da fare invidia ad un teenager.
  5. Sono in grado di finire, senza vergogna, un'intera scatola di cioccolatini nell'arco di pochi minuti.
  6. Da piccola mi chiamavano "argento vivo", "peperoncino" e "pettirosso" (beh...il perché di quest'ultimo dovreste chiederlo a mia nonna). Non stavo un attimo ferma. Un episodio su tutti: guardando le mie  lunghe trecce, a cui mia mamma teneva tantissimo, ho pensato bene di tagliarle brutalmente e farle cadere dal balcone, solo per il gusto di vederle precipitare al suolo!
  7. Il mio motto é: "Sempre avanti. Non può piovere per sempre".


Ed ora passiamo al vero obiettivo del post: ecco i blog, con meno di 200 followers, che meritano di farsi conoscere (l'ordine è casuale):
  1. Carla "conta" e crea (http://carlacontaecrea.blogspot.it/)
  2. Il meraviglioso mondo di Cliv (http://ilmeravigliosomondodicliv.blogspot.it/)
  3. Parfum de Provence (http://parfumdeprovence.blogspot.it/)
  4. L'angolo della casalinga, ricette veloci e facili (http://langolodellacasalinga.blogspot.it/)
  5. Semplici cose (http://semplicicose-letizia.blogspot.it/)
  6. Hobby Shabby Shock (http://hobbyshabbyshock.blogspot.it/)
  7. Un truciolo (http://untruciolo.blogspot.it/)
  8. Here comes the sun (http://underluckystar.blogspot.it/)
  9. Tra le farfalle (http://tralefarfalle.blogspot.it/)
  10. Imma's weaving (http://immaweaving.blogspot.it/)
  11. L'atelier della creatività (http://liliamcreazioni.blogspot.it/)
  12. Redecorate con Lola (http://redecoratelg.blogspot.it/)
  13. Il mondo in viola (http://ilmondoinviola.blogspot.it/)
  14. Sal 2013 (http://sal2013.blogspot.it/)
  15. Le noci (http://lenoci.blogspot.it/)
  16. Amaranta (http://antonella-amaranta.blogspot.it/)
  17. La casa di Rory (http://roryhome.blogspot.it/)
  18. Elena Country Home (http://elenacountryhome.blogspot.it/)

23 feb 2013

Facili creazioni








Una corona semplicissima: grezza, povera e disadorna. (Non dimentichiamo che queste caratteristiche, normalmente snobbate, rappresentano i punti di forza del country!)

Un cuore in tessuto, che non sapevo dove appendere, dato che ogni punto di appoggio in casa è già occupato.

Un vaso che, in pochi anni, ha vissuto svariate trasferte: da dentro a fuori casa, da una stanza all'altra fino al giardino, oltre ad aver fatto capolino da praticamente tutte le finestre dotate di davanzale!

Quella che vedete è l'ultima versione, nonché definitiva, direi, visto che ormai sono diversi mesi che questi oggetti sono fermi in questo punto, così assemblati. 

Sapete perché questa composizione mi piace tanto da non riuscire proprio a dividere questa corona da questo vaso?
Perché lo squilibrio geometrico tra i due e la sproporzione di una corona troppo grande rispetto ad un vaso che a malapena la sostiene, mi divertono troppo!

A domani con la mia assegnazione del premio "the versatile blogger"!

A biêntot!

A simple crown : rough, poor and unadorned. (Do not forget that these features, usually snobbed, are the strengths of the country!)
A heart in fabric, that I didn't know where to hang, since each point of support in the house is already occupied.
A vase that, in few years, lived several trips: from inside to outside the house, from room to room, to the garden, as well as having peeped out from almost every window with sill!
What you see is the latest version, the definitive, I would say, now that there are several months that these objects are still here so assembled.
Do you know why I really like this composition and I can't even divide this crown from this vase?
Because the geometric imbalance between the two and the disproportion of a crown too large for a vase that barely supports it, It's too funny!

21 feb 2013

Maman






Stop ai regali fatti tanto per fare e sì - finalmente - ai regali pensati su misura di chi li riceverà!

...E questo quadro ne è l'esempio perfetto!

Il modello, ideato da Marjorie Massey, infatti, mi è stato regalato da mia figlia, com'era facile immaginare dall'enorme scritta trasversale "maman", che prevale su tutti gli elementi del ricamo.
Per me, che vado matta per gli alfabeti, riceverne uno così originale è stata una vera e propria vittoria!
Diciamocelo pure: negli istanti in cui si scarta un regalo si rimane sempre col fiato sospeso fino a quando non se ne scopre il contenuto e, anche allora, non è detto che si possa tornare a respirare! Certe volte, quando sotto i nostri occhi, tra incredulità e malcelata delusione, si svelano oggetti anni luce lontani dai nostri gusti, scende il gelo e, fino a quando non esplicitiamo una reazione, la tensione si potrebbe tagliare a fette!
Ormai, tutti noi conosciamo fin troppo bene il copione del finto "non me l'aspettavo" o del forzato "grazie infinite". Ormai, tutti noi abbiamo imparato a recitarlo con più o meno convinzione di fronte a chi, in fondo, non ci conosce abbastanza bene o a chi, ed è evidente, ci ha messo tutto l'impegno del mondo ma non ha fatto centro.

La felicità che è esplosa nel mio cuore, quando ho aperto questo regalo, sarà impressa nella mia memoria come la più reale, spontanea, sincera ed autentica reazione che abbia mai provato di fronte ad un pacchetto da scartare!...e poi, c'era una garanzia non da poco: proveniva da mia figlia. Chi mi conosce meglio di lei?

A biêntot!

20 feb 2013

Amiche "countrine", come avrete notato, in queste ultime due settimane non sono riuscita ad essere assidua come al solito nella pubblicazione dei post...sapete com'è quando si sommano i tanti impegni!

Persino io che sono un esempio vivente di pacifica sregolatezza, io, che vivo benissimo senza portare l'orologio al polso e senza calendari (per altro, poco country) in giro per casa, ultimamente, vorrei avere un'agenda che mi aiutasse a venire a capo delle tante cose da fare!

Stasera mi ero ripromessa di scrivervi queste righe per scusarmi oltre che per l'assenza, soprattutto, per il silenzio! Quello che mi pesa di più è lasciare in sospeso i vostri commenti e non aver il tempo di girovagare per i blog a vedere le vostre novità!
Prometto che, per voi, mi metterò in riga e, al più presto, risponderò a tutti comenti!

Nel frattempo, non ho potuto resistere all'anticipazione delle sorprese che avrei trovato sui blog di Rosetta: http://fiocchidinatale.blogspot.it/ e di Vanessa: http://vane-shabbyshopper.blogspot.it/

...ho trovato qualcosa che andava ben oltre ogni mia aspettativa!
Il mio primo premio, di cui faccio subito bella mostra sulla barra laterale, in modo che stia sempre lì, virtualmente incorniciato!

Mi riservo, per questioni di tempo, di passare il favore nel weekend, quando spero di trovare la calma necessaria per navigare in internet, saltellando di blog in blog!

Intanto, grazie Rosetta e Vanessa di aver pensato a me!


ps. domani sera devo assolutamente mostrarvi un ricamo...

18 feb 2013

Tè, zucchero e fantasia













Questo angolino non ve lo avevo ancora mostrato...

Chi l'ha detto che teiere e zuccheriere devono per forza starsene chiuse nella credenza della cucina? 
Il country mette ogni regola al bando e fa sì che oggetti, puramente funzionali (in questo caso per servire il tè), diventino protagonisti della casa, conferendo familiarità ed un autentico sapore domestico ad un piccolo angolo accanto al divano.
Appunto, visto che la zona è quella accanto al divano, poteva mai mancare la classica lampada, fondamentale, soprattutto, per ricamare le mie crocette con una precisione super matematica?
...anche se vi confesso che la scelta di unire la lampada a questa serie di teiere è stata, in parte, dettata dall'esigenza di introdurre un elemento di verticalità a questa composizione, ottenendo, quindi, nel complesso, un risultato armonioso e dinamico!
Infine, non potevo lasciarmi sfuggire l'opportunità di decorare una lampada che, di per sè, mi sembrava troppo seriosa e anonima. 
Ho scelto una catena di cuori e fiocchi alternati della linea Blanc Mariclò, abbinata ad un cuore più grande, che riprende gli stessi tessuti e che ho appeso proprio sotto la catena, in modo da riempire ed arricchire tutta la lampada.
Queste creazioni firmate Blanc Mariclò, poi, mi sembravano perfette per le teiere e le zuccheriere della Wald...e, voilà, il gioco è fatto!

A biêntot!

10 feb 2013

Il Country porta fortuna













Se mi seguite da un po' e, soprattutto, se amate passare sotto la lente d'ingrandimento ogni foto, di sicuro, non vi sarà sfuggito che in qualche immagine appaiono, seppur in maniera defilata, alcune corone.
Adesso, anche per loro, è arrivato il momento di stare sotto le luci della ribalta!
Inizio presentandovi questa prima corona, che ho composto utilizzando vari oggettini della linea Wald.
Dal momento che amo creare personalmente ogni corona, posso sempre sbizzarrirmi nella scelta del tema a cui voglio dare risalto di volta in volta.
In questo caso, ho deciso di celebrare il tema della fortuna, raccogliendo i simboli classici: dal quadrifoglio universalmente popolare, al cornino rosso, tipicamente partenopeo; dalla tartarughina delle culture più esotiche al caro vecchio ferro di cavallo. 
Insomma, ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le superstizioni!
Per me scegliere ogni soggetto è stato semplicemente un gioco divertente...
...ma, parlando, invece, di cose veramente serie, mai avrei potuto rinunciare ad aggiungere qualche cuore: quintessenza del country!

A biêntot!

09 feb 2013

Un angolo pieno d'amore




















Se pensavate che "un angolo pieno d'amore" fosse solo un modo di dire figurato, guardate qua.
Quello che state vedendo è un angolo di 50 x 60 x 80 cm; quindi, quello che ho fatto è stato riempire d'amore 240.000 cm³.

Come dare forma a questi numeri?
Con una corona a forma di cuore, che fa da bella cornice ad un altro cuore, rosso vermiglio, appeso al suo interno.
Con un'abat jour, che è un tripudio di Amorini, pronti a fare strage di cuori.
Con una tazza, ornata dalle mie adorate stelle alpine, che prelude a qualche bevanda inebriante.
Con una selezione speciale dei miei lavori a punto croce, raccolti lì intorno, per un effetto ad hoc.
(I ricami del cuore e dell'albero, li ho eseguiti dai modelli creati dalle sorelle Rovaris, mentre quello con le varie coppie di animaletti è di Renato Parolin.)

Che altro aggiungere? La dose d'amore che ho concentrato in questo spazio non vi sembra già abbastanza carica?
...a questo punto, dovreste già avere il cuore che si scioglie!

A biêntot!