25 apr 2013

Ce que J'aime: mon Italie










Augurando buon 25 aprile a tutti, colgo l'occasione per postare (finalmente) un omaggio alla mia Italia, mostrandovi questa mini collezione di scatoline in latta, che la Leone ha realizzato per festeggiare i 150 anni d'Unità del Paese.
Anche se le golose pastiglie all'interno sono durate ben poco, questa simpatica serie di latte rimane, da sempre, esposta a casa mia.

Come disfarsi di questi piccoli capolavori, dall'intramontabile gusto vintage, - le illustrazioni sono, infatti, opera del noto artista Renato Sorrentino - che ritraggono a meraviglia lo spirito di noi italiani?

Dalla pin up sulla vespa, simbolo di spensieratezza e allegria, alla pin up sulla moka, che rappresenta la nostra passione per il buon cibo casalingo e la nostra straordinaria filosofia del vivere bene, fino alla pin up seduta spiritosamente su di una macchina da scrivere, a sottolineare quell'inimitabile capacità di saper affrontare il lavoro mettendoci la creatività e la passione che tutto il mondo ci riconosce.

Anche se in questo momento storico lo splendore dell'Italia sembra essere velato da episodi sociali e politici, che mettono a dura prova la nostra voglia di sorridere e prendere le cose con quella "leggerezza sensibile", che solo noi abbiamo, ricordiamoci sempre quali sono i nostri punti di forza.

Un buon 25 aprile soprattutto ai giovani: a quelli che ancora rimangono, nonostante l'immobilismo allarmante delle cose e a quelli che sono all'estero e tengono alto il nome dell'Italia.

Un buon 25 aprile a chi, come me, sa per certo che il suo biglietto di viaggio non potrà mai essere di sola andata!

A biêntot!


Wishing a good April 25, I take this opportunity to post (finally) a tribute to my Italy, showing this mini collection of tin boxes, that Leone made ​​to celebrate the 150th anniversary of the Unity of the Country. Although the delicious sweets inside the boxes lasted very little, this nice set remains, as always, in my home. How to rid of these little masterpieces, in vintage style, - the illustrations are, in fact, by the famous artist, Renato Sorrentino - that portray the spirit of us Italians?
From the pin up on the Vespa, the symbol of cheerfulness and joy, to the pin up on the mocha, which represents our passion for good homemade food and our unique philosophy of "well living", until the pin up that is jokingly sitting on a typewriter, to emphasize our inimitable ability to deal with any work, putting the creativity and the passion, that the whole world recognizes us. Although in this historical moment the splendor of Italy seems to be veiled by social and political episodes, which put a strain on our desire of smiling and taking things with that "sensitive lightness" that only we have, let's always remember about our points of strength. A good April 25 especially to young people: to those who still remain here, despite  the alarming immobilism of things and to those who are abroad and keep up the name of Italy.

23 apr 2013

Sui monti con Annette


Una mia piccola grande pecca?
Da sempre, la timidezza...

Ecco il modo perfetto per farmi conoscere un pochino di più! Soprattutto, da chi accompagna, sempre affettuosamente, la mia avventura con questo blog.

Dicevo che ho trovato il modo perfetto ma, in realtà, è stato lui a trovare me...quando mi è venuta in mente la sigla di questo cartone animato, che guardava sempre mia figlia da bambina.

Non sono bionda e non ho un "fratellino che si chiama Dani ed è birichino" ma, per il resto, è incredibile la serie di somiglianze tra me e l'altra Annette e, soprattutto, tra i nostri due paesini tra le montagne. 
Anche se sono tanti anni che non m'imbatto più in questo cartone, avevo la canzoncina della sigla che mi girava ancora fresca nella memoria, così, ho cercato su youtube. 
Non vi dico lo stupore quando mi sono resa conto, immagine dopo immagine, che era come sfogliare una serie di cartoline del mio minuscolo ma adorabile paesino!

Quindi, ascoltando bene le parole e guardando questi disegni, troverete la perfetta descrizione di me e di dove vivo...neanche io avrei saputo trovare parole più azzeccate!

Che aspettate?...cliccate "play" e venite a trovarmi nel mio mondo!

A biêntot!

21 apr 2013

Un po' di dolcezza...


Arriva con un po' di ritardo il mio ringraziamento a Violetta, autrice del blog "Il mondo in viola" (http://ilmondoinviola.blogspot.it/), per avermi assegnato questo dolcissimo premio!

...fate un salto nel suo mondo e troverete idee originali per tutti i gusti, dalla casa alla cucina agli accessori moda: insomma, gli spunti per il "fai - da - te" in generale non mancano!

Riporto qui di seguito le regole da rispettare per l'assegnazione del premio:

"1) Visita e ringrazia il blogger che ti ha nominato
 2) Ringrazialo nel tuo blog e linka il suo
 3) Rispondi alle domande "super dolci"
 4) Nomina una dozzina di panini (blog) a cui dare il premio, crea un link nel post e avvisali postando un commento nel loro blog 
 5) Copia e posta il premio nel tuo blog"

Ed eccomi al punto 3) - il più divertente - rispondo alle 5 domande "super dolci":

- Biscotti o torta?
   ...beh...è inutile, ci ho pensato a lungo...ma non posso proprio scegliere!
- Cioccolato o vaniglia?
   Questa è facile. C I O C C O L A T O!!!
- Qual è il tuo spuntino dolce preferito?
   Vi ho già confessato di non essere una chef a cinque stelle ma come gourmet posso davvero vantare un palato sopraffino!...quindi la risposta è: panino dolce, ovvero, brioche farcita di burro e salamino. (scusate ma tra dolce e salato, rimango sempre una più da salato).
- Quando hai maggior voglia di cose dolci?
  Quando mi annoio, quando fuori fa freddo, quando è domenica.
- Se tu avessi un soprannome dolce, quale sarebbe?
  Zucchero&miele...più dolce di così!!!

I panini (blog) che ho scelto sanno di dolcezza zuccherina, potete fidarvi:
- Arte e Fantasia (http://sabrymagic.blogspot.it/)
  Sabry, l'autrice del blog, è più deliziosa di un pasticcino. Se non la conoscete non sapete cosa vi perdete!
- My Romantic Creations (http://myromanticcreations.blogspot.it/)
  Cliccando su questo link, sarete catapultati su nuvole rosa, tra tinte pastello e atmosfere caramellate
  Cosa c'è di più dolce del Natale?
  La cara Rosetta ha pensato bene di aprire un blog con cui ci regala, per tutto l'anno, la sua magia
- Laboratorio di Zia Polly (http://lamalleziapolly.blogspot.it/)
  I suoi dolci commenti mi regalano sempre un sorriso e i suoi post... l'acquolina in bocca!
- Il rovo di bosco (http://ilrovodibosco.blogspot.it/)
  ...se avete voglia di sognare ad occhi aperti con i magnifici racconti che abbina ad ogni ricetta
- Redecorate con Lola (http://redecoratelg.blogspot.it/)
 Questa ragazza ha uno stile unico ed inconfondibile: in ogni sua creazione c'è un che di caramelloso...
  Lieta ha il dono di fotografare piccoli dettagli e trasformarli in frammenti di poesia
Parfum de Provence (http://parfumdeprovence.blogspot.it/)
  Anche Michela è una vera fotografa fuoriclasse, che sa come catturare il lato dolce di tutte le cose
- Here Comes the Sun (http://underluckystar.blogspot.it/)
  Guardate il suo blog e troverete una creatività che rompe (con dolcezza) tutti gli schemi!
  ...dove trovare una dolcissima ed ingegnosa personal shopper!
  Il suo blog sa di casa, famiglia, autenticità, insomma, in una parola, di tanta dolcezza! 
   Fiori, cuori, creazioni delicate e raffinate: cliccate e varcate le soglie della tenerezza!


Ringrazio ancora con tutto il cuore Violetta per aver pensato a me, donandomi questo premio, e ne approfitto per ringraziare anche tutti coloro che mi hanno seguita finora, leggendo i miei post e lasciando i loro commenti, sempre gentili ed affettuosi. 
Visto che la dolcezza è il tema di questo spazio, voglio dire che proprio sul mio blog, grazie a tutti voi, ne ho trovata tanta!

A biêntot!  

14 apr 2013

La primavera, finalmente!








Ecco la primavera!

La frizzante stagione fatta di colori pastello che, sotto la luce potente del sole primaverile, esplodono in toni vivaci; fatta di profumi delicati e inebrianti; fatta di quell'elettrizzante risveglio della natura, che avviene proprio sotto i nostri occhi, conquistando tutti i nostri sensi e contagiandoci la voglia di rinascita!

La primavera, finalmente! Questo week end è fiorita ufficialmente ovunque: in tutta Italia, a casa mia e nel mio blog, naturalmente!

Accolgo la mia stagione preferita con questa composizione - tutta Comptoir de famille -

All'immancabile cuore in ferro battuto, ho scelto di agganciare tre pendagli a tema primaverile. Questa è solo una soluzione, perché guardando questo cuore, da subito, hanno iniziato a frullarmi in testa tante idee su come poterlo utilizzare.

E' molto difficile trovare un negozio "Comptoir de famille" monomarca, infatti, questo acquisto è avvenuto durante un week-end a Lione. 

Cosa manca per rendere veramente indimenticabile un viaggio, quando ci si trova già in una città fantastica, con un'architettura da sogno ed un'atmosfera unica (di quelle che ti fanno pensare: "Il mio posto nel mondo è qui!")?
...beh, per una country-addict come me, imbattersi, di domenica - quando passeggi con l'amara consapevolezza che tutti i negozi sono chiusi -  in un negozio, aperto, tutto "Comptoir de famille"...

Se capitaste a Lione, nei pressi di Rue Edouard Herriot,  già conquistati dalla bellezza della città e da quell'aria cosmopolita e serenamente progressista, ricordatevi che potete ancora aggiungere una perla al vostro soggiorno, visitando questo magasin de décoration.

...e se deciderete di lasciare un commento sul grande quadernone che tengono in negozio, magari, qualche pagina indietro troverete la mia gioia di quell'attimo fissata in qualche riga...

A biêntot!

Thea Gouverneur


Con grande piacere vi riporto, qui di seguito, un estratto della mail che ho ricevuto da parte dello staff di Thea Gouverneur, che ha visualizzato sul mio blog il lavoro che ho recentemente finito di realizzare, ideato dalla bravissima designer:


"We are honoured that you put Thea’s work in your blog. Many thanks !!
Best Regards,
Ko veld"


E' una doppia e reciproca soddisfazione: per chi ha in dono lo straordinario talento di ideare modelli, che somigliano più ad opere d'arte, come Thea Gouverneur, e per chi, come me, ha in dono semplicemente la pazienza infinita per dare loro corporeità con ago e filo!

Siete anche voi ricamatrici incallite?
Le sfide a base di crocette non vi spaventano?
Oppure, volete regalare ai vostri occhi momenti di estasi di fronte alle meraviglie di ricami paradisiaci?

Se così fosse, vi consiglio caldamente questo sito:

A biêntot!

07 apr 2013

Dalla A alla Z










Vi presento il responsabile della mia ultima prolungata assenza.

Il colpevole si chiama Floral Alphabet, la sua ideatrice si firma Thea Gouverneur ed è una designer olandese con una storia molto speciale.

Immaginate la scena: sono gli anni in cui l'uomo si creava la sua fortuna da sé con sacrifici, rinunce e scelte difficili; sono gli anni in cui imbarcarsi per lunghissime rotte fino in America rimaneva ancora come l'ultima carta vincente. Ed è proprio su una nave, tra migliaia di passeggeri immersi nelle loro speranze, che avviene un incontro. Quell'incontro è il primo tassello di una serie di segni che, con infallibile precisione, ci portano, oggi, ad ammirare i capolavori di questa designer.

Figlia di un padre esportatore di bulbi e di una madre, la cui famiglia condivide lo stesso mestiere, Thea Gouverneur nasce e cresce tra campi fioriti e non può sottrarsi alla passione per la natura, che le viene trasmessa e che la porta a passare le ore delle lunghe giornate primaverili ed estive, quando la flora è più lussureggiante, ad osservare il mondo che la circonda con un unico intento: carpire i dettagli che catturano la bellezza di ciò che vede nella realtà, per trasferirla nei suoi disegni.

Dai modelli che oggi realizza, direi che la sua ricerca non solo ha dato buoni frutti ma l'ha portata molto lontano: i suoi disegni sono tanto ricchi di vibrante realismo quanto impegnativi da eseguire...così nelle ultime settimane mi sono dedicata anima e cuore a questo lavoro, perché volevo assolutamente vederlo incorniciato!

Come in tutti i post che scrivo, anche da questa storia che vi ho raccontato, c'è una morale (il mio personale messaggio che amo condividere con voi): niente accade per caso, ogni singolo momento, che sia difficile, noioso o scoraggiante, è una spinta che concorre a portarci sempre un po' più lontano e, se impariamo a leggere i segni che ci circondano, a guadagnarci quel piccolo pezzetto di felicità che ancora ci manca.

A biêntot!