13 set 2013

HOW TO: come si fa?







Seconda corona della serie HOW TO.

Una composizione di semplice realizzazione ma di un livello superiore alla prima: è richiesta, infatti, una certa manualità.
Non è necessario essere stati carpentieri in una vita precedente, si tratta, però, di avere familiarità, se non totale padronanza, di strumenti di cui, mediamente, s'ignora l'esistenza nella stessa casa.
Mi riferisco al trapano, quel misterioso oggetto rumoroso, che si palesa magicamente sotto i tuoi occhi indifferenti, nel momento in cui chiedi a tuo marito di appendere l'ennesimo quadro...nel mio caso, di punto croce! 
Infatti, per eseguire questa corona, è necessario, dapprima, bucare le pigne col trapano, in modo da farci passare all'interno un fil di ferro robusto.
Dopo aver messo in chiaro questa premessa fondamentale - maldestre: astenetevi o delegate - entriamo nel merito delle fasi esecutive della realizzazione, seguendo un ordine:
  1. Utilizzare un fil di ferro sufficientemente robusto, della lunghezza che si desidera, dal momento che questa corona è in grado di mantenere tutto il suo fascino anche a diverse scale di grandezza;
  2. Piegare manualmente il fil di ferro, conferendogli la forma di un cuore. Si possono ottenere forme piene o, come la mia, più allungate, che riprendono i cuori stilizzati, tipici del country francese; 
  3. Infilare, una dopo l'altra, le pigne, che devono essere tutte tondeggianti e di dimensione piuttosto costante;
  4. Chiudere la corona semplicemente attorcigliando a mano i pochi centimetri di fil di ferro che avanzano.
Inoltre, si può approfittare della pigna centrale, più sporgente, per appendere qualche oggetto che renderà questa corona subito più vezzosa.
Io ho scelto una targhetta con su scritto "welcome", perché questa composizione è nata per adornare l'ingresso. 
Naturalmente, c'è libera scelta di colori, materiali e dimensioni per l'elemento che si desidera appendere, anzi, il punto di forza di questa corona sta proprio nel fatto che le si può cambiare volto di continuo.
Da sola, per un sapore rustico e "povero", accompagnata da decorazioni ad hoc per un effetto ora eccentrico, ora chic.

Insomma, i piccoli sforzi manuali richiesti all'inizio, vengono ampiamente ricompensati da un risultato country, mai deludente, finemente ricercato nella sua semplicità e di cui non vi stancherete mai!

A biêntot!

19 commenti:

  1. Bellissima e sai che ti dico? Se si dipingono di bianco le pigne, con un oggetto natalizio al centro, è perfetta come fuoriporta Natalizio. Sei una forza Annette, queste tue idee mi entusiamano un sacco!!! Un bacione e buon fine settimana. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea...prezioso suggerimento che sicuramente terrò da parte!
      Grazie

      Elimina
  2. Annette, felice di fare la tua conoscenza.
    Grazie per la visita e anch'io continuerò a seguirti, che meraviglia le tue tende .... e non solo quelle!
    A presto, Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata di qui!

      Elimina
  3. Graziosa, semplice, rustica e naturale... quattro aggettivi che sono al primo posto nella mia classifica! ^___^ Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato quelli che sono anche i caratteri del country style: ecco perché lo amo così tanto!

      Elimina
  4. Buona sera cara Annette,hai ragione che telepatia,io e te abbiamo tanto in comune!!;D
    Grazie per questo tutorial,mi piace l'idea,anche io l'anno scorso ho fatto una corona con le pigne,(puoi vederla sul mio blog),ma non ho mai pensato di forarle,devo provare assolutamente,visto che ormai,mi sono abituata già da diversi anni a non chiedere più al maritozzo di usare il trapano,dopo che una piccola bacheca da parete è rimasta sul tavolo per 6 mesi,in attesa di un piccolo foro,così all'epoca presi il trapano in mano e da lì non mi sono più fermata,che bello,penso una cosa e la faccio,una grande soddisfazione,devi provare!!;D
    Mi piace l'idea di modellarla a piacere,bellissimo anche questo Welcome in legno!!
    A casa tua starà un'amore!!
    Quando proverò a forare le pigne,te lo farò sapere,per il momento cara amica ti auguro un dolce fine settimana!!
    Un caloroso abbraccio!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che entusiasmo! Hai assolutamente ragione, le cose fatte con le proprie mani ripagano di una soddisfazione immensa...allora, aspetto con ansia di vedere i risultati di quest'idea!

      Elimina
  5. Ciao Annette...Grazie per la spiegazione di questa coroncina!!!
    A presto Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che sia stata utile e chiara. Fammi sapere se decidi di realizzarla!

      Elimina
  6. Amica mia, le tue creazioni hanno sempre quel non so che di speciale, romantico e fresco che le rende uniche! Questa è troppo graziosa, proverò a farla senza dubbio. Certo, mi ci vorrebbe essere lì per essere felice... ma chiuderò gli occhi e immaginerò di esserci :) TVTTTB tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ely, ho imparato che, purtroppo, il luogo in cui si vive, per quanto sia appagante, non basta a garantire la felicità...evidentemente, l'animo umano è troppo complesso!
      Realizzare qualcosa con le proprie mani, però, è un ottimo modo per divertirsi e provare soddisfazione!

      Elimina
  7. Mia cara e dolce Annette,

    eccomi,sono qui a leggerti con immenso piacere perché riesci a catturarmi per la tua forma espressiva che è gradevolissima,amabile,a parte, ovviamente ,l'e
    leganza e armoniosità.
    OK per questa serie HOW TO.Deliziosa la ghirlanda di pigne e da accettare è il
    suggerimento di "ZIAPOLLY".

    A presto

    love love

    tresygio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tresy, sono felice che la mia scrittura ti intrattenga piacevolmente e, soprattutto, che tu abbia accolto favorevolmente la serie HOW TO!

      Elimina
  8. molto carina la tua idea, qui da me si trovano pigne molto più grosse, ma devo provare anche io a cimentarmi in questa impresa
    grazie del consiglio VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora buon lavoro Valeria!Le pigne più piccole sono più semplici da utilizzare per rendere bene la forma del cuore! Fammi sapere com'è andata la tua impresa

      Elimina
  9. Molto bella anche questa idea di corona! Bellissima la tua targhetta welcome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Debora, spero che anche i prossimi "HOW TO" ti piaceranno!

      Elimina
  10. Deliziosa! Sai che non ho mai pensato di forare le pigne con il trapano? Le ho utilizzate in passato per varie creazioni natalizie, ma non ho mai avuto l' idea di forarle. Grazie per il tutorial ed il valido suggerimento
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina