12 mag 2013

Festa della Mamma



Dedicato a tutte le mamme, naturalmente.

A chi lo è diventata da poco e a chi ha la gioia di vedere nascere i figli dei figli.

A chi si prende cura di una prole numerosa e a chi dedica tutta se stessa ad una sola e preziosissima creatura.

A chi è capace di mettere la felicità dei figli davanti alla propria.

A tutte le donne, anche a chi non vive il dono della maternità: l'amore e la dolcezza di cui siamo capaci offre a tutte noi il privilegio di essere madri dell'umanità.

A biêntot!

11 mag 2013

Il country torna in città





Ancora Torino. Ancora sorprendenti avvistamenti. 
(Talmente sorprendenti, che non ho potuto fare a meno di immortalarli, nonostante i mezzi a mia disposizione - la fotocamera del più rudimentale degli smartphone - fossero scarsi: perdonate, quindi, la qualità indegna delle immagini!)

Tra le vie storiche della città, quelle circostanti il Lungo Po, dove si respira un'aria più austera e blasonata che altrove, tra i palazzi settecenteschi ordinatamente incasellati nella maglia squadrata delle strade, perfettamente perpendicolari tra loro, mi è bastato alzare lo sguardo per individuare un elemento che rompeva dolcemente tutto questo rigore!

Proprio all'ultimo piano di un palazzo completamente disadorno, o meglio, fieramente vestito dell'elegante sobrietà dello stile neoclassico, qualcuno ha deciso di sfidare le dimensioni sacrificate del suo minibalconcino,  per collocare una meravigliosa corona a forma di cuore: un classico del country!

Probabilmente, chi vive nell'appartamento avrà scelto di rinunciare a potersi affacciare con disinvoltura sul proprio balcone ma, noi amanti del country style e di tutti gli improbabili ed arditi abbinamenti che riescono con successo, siamo grati di averci regalato questo incantevole scorcio, sospeso sulle teste di chi passa da quelle parti, in attesa di sorprendere con un tocco romantico.

Si dice che il limite dell'architettura sia solo il cielo, lasciando, quindi, un margine infinito ai tanti risvolti della progettazione. 
Io sono d'accordo: anche sotto il cielo di Torino è possibile sfidare ogni limite, ricreando un angolo intimo e suggestivo all'ultimo piano di un palazzo tipicamente cittadino.

A biêntot!

05 mag 2013

Il country va in città










Sul tema di come realizzare uno stile country, adatto agli appartamenti di città, avevo in mente di pubblicare qualche articolo in futuro. 
Il titolo da assegnare al post era pronto, mi girava per la testa da qualche tempo: "Il country va in città" ma, come spesso accade, quando si iniziano a fare previsioni fin troppo precise, il programma è cambiato, perché la sorpresa che ho trovato ieri, sul balcone di un palazzo cittadino, si è aggiudicata, indiscutibilmente, questo titolo.

Ho fotografato quelle che sono le tracce dei bizzarri ma graditi ospiti di un'amica che vive a Torino. 
Qualche merlo, nel bel mezzo del traffico caotico di questa frenetica città, ha scelto, infatti, il suo balcone per costruirsi il nido. Attenzione, non si tratta di un semplice riparo dove dimorare occasionalmente, è il luogo prescelto per deporre le uova; forse il verde rigoglioso di questo balcone, è stato d'ispirazione, ricreando un habitat edificante: d'altronde, è lo stesso effetto che riscuote anche sugli esseri umani che vi mettono piede!

Un po' mi si stringe il cuore a pensare che la sempre più intensa urbanizzazione sta spingendo gli animali a dover sopravvivere allo stile di vita dell'uomo, quando l'equilibrio ideale sarebbe raggiungere un'armonia condivisa. D'altro canto, sono proprio questi episodi che dimostrano la forza irriducibile della natura!

Per gli scettici sull'abbinamento case country - città, questo può essere un utile spunto per rivedere la loro posizione sull'argomento!

A biêntot!

01 mag 2013

Buon 1 Maggio!


Tutti cartoni della Disney sono supercountry!!!

Quale augurio più indicato, se non quello di riuscire a vivere il lavoro, qualunque esso sia, con l'entusiasmo e la passione di questi adorabili nanetti, per poi tornare a casa, chiudendo la giornata soddisfatti e in pace con se stessi e col mondo, proprio come loro!
...di questi tempi, riguardando il cartone, questa sembra essere la scena più fantasiosa di tutte: in confronto, imbattersi nel principe azzurro delle favole diventa meno assurda come eventualità!

Buona festa del lavoro a tutti!

A biêntot!